stampa pagina
protagonisti
 
Vittorino Andreoli
Franco Battiato
Ermanno Bencivenga
Enzo Bianchi
Giuliano Boccali
Remo Bodei
Edoardo Boncinelli
Manlio Brusatin
Giuseppe Cambiano
Carla Casagrande
Adriana Cavarero
Derrick de Kerckhove
Roberta de Monticelli
Georges Didi-Huberman
Paolo Fabbri
Maurizio Ferraris
Umberto Galimberti
Vittorio Gallese
Paolo Galluzzi
Aldo Giorgio Gargani
Sergio Givone
Tullio Gregory
Alfonso M. Iacono
Francois Jullien
Charles Malamoud
Diego Marconi
Jean-Luc Marion
JŘrgen Moltmann
Jean-Luc Nancy
Salvatore Natoli
Giangiorgio Pasqualotto
Mario Perniola
Stefano RodotÓ
Detlev Schild
Carlo Severi
Emanuele Severino
Manlio Sgalambro
Carlo Sini
Peter Sloterdijk
Silvano Tagliagambe
Salvatore Veca
Silvia Vegetti Finzi
Sergio Viti
Vincenzo Vitiello
Marco Vozza
Slavoj Zizek
 
Stefano RodotÓ
Stefano RodotÓ
già Presidente dell’Ufficio del Garante per la protezione dei dati personali, è professore di Diritto civile presso l’Università di Roma “La Sapienza”. Ha studiato l’irruzione della tecnologia nella vita democratica, sottolineando la complessità del rapporto tra sfera privata e sfera pubblica: in particolare per quanto riguarda la bioetica, la privacy, l’accesso all’informazione e la responsabilità della scienza. Tra le sue opere: Tecnologie e diritti (Bologna 1995); Libertà e diritti in Italia (Roma 1997); Repertorio di fine secolo (Roma-Bari 1999); Tecnopolitica (Roma-Bari 2004); Intervista su privacy e libertà (Roma-Bari 2005); La vita e le regole. Tra diritto e non diritto (Milano 2006), Ideologie e tecniche della riforma del diritto civile (Napoli 2007).

   
Sabato17Settembre2005
Mattino
Modena

11.30  
Stefano RodotÓ
Il grande orecchio 
Sicurezza, sorveglianza e mutazioni antropologiche
Lezioni magistrali 
CarpiSassuolo

Stefano RodotÓ ha partecipato anche alle seguenti edizioni:
2007
  | 
2006




stampa pagina