Ilprogramma

Sabato20Settembre2008

Modena
21.00
La fantasia d'amore delle donne
Letture e immagini tra poesia e mistica

Con figurazioni d'arte di: Giovanna Gentilini, Silvia Guberti, Nicoletta Moncalieri
Di: Gruppo Donne di Poesia

aggiungi al tuo programma

Come si trattasse di una materia docile e preziosa, la fantasia delle donne dà molte forme all'amore, tante quante sono necessarie a svelare se stesse e a costruire il rapporto con gli altri, con il mondo e con Dio. Di questo amore polimorfo e potente testimoniano scrittrici e mistiche, poetesse e artiste.
La performance presenta testi di Hadewijch d'Anversa, Margherita Porete, Matilde di Magdeburgo, Angela da Foligno, Teresa d'Avila, Maria Maddalena de' Pazzi, Maria Zambrano; Ingeborg Bachmann, Emily Dickinson, Etty Hillesum, Clarice Lispector, Wislawa Szymborska in intimo colloquio con  poesie di Vilde Mailli, Milena Nicolini, Mara Paltrinieri, Maria Chiara Papazzoni, Rossana Roberti, Lisabetta Serra e con  figurazioni d'arte  di Giovanna Gentilini, Silvia Guberti, Nicoletta Moncalieri.


Gruppo Donne di Poesia
In ideale confronto con le voci più vive della cultura femminile internazionale, le Donne di Poesia hanno deciso di coniugare la comune passione per la qualità estetica della scrittura e dell'arte con la ricerca di una nuova misura filosofica ed etica dell'esistere femminile. Il Gruppo si è costituito a Modena nel 1987. Ha organizzato incontri pubblici con poetesse, critiche, linguiste; ha tenuto reading di poesia e narrativa; ha allestito performance e mostre, realizzato laboratori di scrittura poetica  e cicli di conferenze. Ha partecipato al Poesiafestival '06 e ‘07 dell'Unione Terre di Castelli.
Fanno parte del gruppo: Maria Luisa Bompani, Vilde Mailli, Milena Nicolini,  Mara Paltrinieri,  Maria Chiara Papazzoni, Rossana Roberti, Lisabetta Serra, Giovanna Gentilini, Silvia Guberti, Nicoletta Moncalieri.

Vilde Mailli ha pubblicato Chincaglierie, Castelfranco E., 2008.

Milena Nicolini ha pubblicato varie raccolte di poesia tra cui I miei stanno bene, grazie, Castelfranco Emilia 2007. Svolge attività teatrale.

Mara Paltrinieri ha pubblicato Alla presenza, Modena 2006. Si interessa  della mistica femminile e del pensiero della differenza sessuale.

Maria Chiara Papazzoni  ha pubblicato Requiem per la mia ombra, Castelfranco Emilia 2006. Si interessa di letteratura tedesca contemporanea.

Rossana Roberti ha pubblicato varie raccolte di poesie, da Tempodamore, Modena 1968 a La misura e l'uvetta, Udine 2007, che le ha fruttato il  Premio Dars. Si  interessa e fa ricerca sui temi del linguaggio e della differenza di genere.

Lisabetta Serra ha esordito con Poesie, Modena 1983 e la sua ultima raccolta è Ritorni, Bergamo 2005. È stata tra i fondatori e redattori della rivista di poesia contemporanea "Gli immediati dintorni", Mucchi, Modena, 1988-1996. Tra gli altri, ha ricevuto nel 1999  il premio di Poesia Haiku dall'Istituto Giapponese di Cultura, Roma.

Giovanna Gentilini
Il suo linguaggio è la pittura ad acquerello, su carta e su tela, con un interesse privilegiato per i temi del corpo e dei fiori, simboli archetipici della femminilità. Nei suoi "Libri d'artista" ha fatto ricorso anche al mezzo fotografico. Ha esposto alla Biennale di Venezia  (1995), alla Biblioteca Civica D'arte " Luigi Poletti" di Modena (2004), a Villa Giustinian Morosini di Venezia (2007).

Silvia Guberti
Dimora del vuoto è il titolo dell'installazione che Silvia Guberti ha ideato in dialogo con le poesie di Emily Dickinson: un intreccio figurato da un fiore di loto, con cartigli intrecciati e foglie -contenitori scolpite che evocano l'armonia voluta dei giardini Zen. Dopo la prima mostra alla Sala di cultura di Modena (1972), Silvia Guberti ha esposto al Palazzo dei Diamanti di Ferrara (1975), al Museum Modern Kunst di Vienna (1985), alla Casa Malaparte di Capri (1992), alla Palazzina dei Giardini di Modena (1998) e, più di recente, a Monaco di Baviera, Milano, Reggio Emilia (2006) e al Castello di Formigine (2007).

Nicoletta Moncalieri
Si esprime con collage di materiali diversi - carte-trovate, frammenti di scritture, icone, gessi, inchiostri - che alludono al passato, alla sospensione temporale, al gioco.  Ha esposto alla Casa del Giorgione di Castelfranco Veneto (1997), ai Musei Civici di Reggio Emilia (2000) e di Modena (2003), al Palazzo Ducale di Pavullo (2005), al poesia festival dell'Unione Terre di Castelli (2007).