sponsor e sostenitori fondazione collegio san carlo fondazione cassa di risparmio di modena comune di modena comune di carpi comune di sassuolo provincia di modena regione emilia romagna caramica viva fondazione cassa di risparmio di carpi

festivalfilosofia sapere;2008

en


CINEMA, ALLA SALA TRUFFAUT SI CONCLUDE CITTA' DELL'UTOPIA


immagine notizia Oggi, nella sala modenese di via degli Adelardi, saranno proiettati tre film: "La cittā incantata", "Underground" e "Goodbye Lenin"

Si conclude oggi, domenica 21 settembre, alla Sala Truffaut di Modena, in via degli Adelardi 4 (ingresso con la tessera Truffaut 2008-2009, in vendita a 3 euro), la rassegna di film "Città dell'utopia", curata da Alberto Morsiani per il Festival filosofia.

Alle 17.30 si proietta "La città incantata" di Hayao Miyazaki: intrappolata in un mondo fantastico retto dalla strega Yubaba, che ha trasformato i suoi genitori in maiali, la piccola Chichiro deve trovare un modo per salvare papà e mamma e fuggire. Troverà un alleato nell'enigmatico principe Haku, ma per sopravvivere in quel luogo misterioso sarà pure costretta a cercare lavoro in un centro termale per divinità bizzose. Oscar 2002 per il miglior film d'animazione.

Alle 20 si proietta "Underground" di Emir Kusturica: più trafficoni che veri resistenti, Blacky e Marko mescolano la lotta all'invasore nazista che ha occupato Belgrado con le loro avventure amorose, protetti da un nascondiglio sotterraneo in cui hanno trovato rifugio familiari e amici. Blacky e gli altri ci resteranno vent'anni, convinti da Marko che la guerra non è mai finita, mentre lui fa carriera sotto il regime titoista. Quando usciranno non potranno che farsi coinvolgere dalla nuova guerra che coinvolge la ex Jugoslavia.

La rassegna si conclude alle 23 con "Goodbye Lenin" di Wolfgang Becker: un'orgogliosa comunista della Ddr entra in coma dopo un attacco di cuore. E' il 1989. Quando si riprende, il Muro è caduto e il capitalismo ha attecchito ovunque; ma per evitarle una ricaduta fatale, i figli Alex e Ariane le ricreano attorno un mondo di menzogna in cui il socialismo esiste ancora. Una utopia in cui i falsi telegiornali millantano una riunificazione alla rovescia, coi berlinesi dell'Ovest in fuga dalle "false certezze" del liberismo.


(21/09/2008)