stampa pagina
protagonisti
 
Jean-Loup Amselle
Vittorino Andreoli
Marc Augé
Ermanno Bencivenga
Enrico Berti
Remo Bodei
Stefano Boeri
Rosi Braidotti
Massimo Cacciari
Umberto Curi
Paolo de Bernardis
Luciano De Crescenzo
Daniele Del Giudice
Franco Farinelli
Maurizio Ferraris
Jonathan Friedman
Umberto Galimberti
Aldo G. Gargani
Sossio Giametta
Peter Greenaway
Tullio Gregory
Franco La Cecla
Ignazio Licata
Michel Maffesoli
Jean-Luc Marion
Giacomo Marramao
Elio Matassi
Cettina Militello
Salvatore Natoli
Elena Pulcini
Carlo Rovelli
Remo Ruffini
Augusto Sagnotti
Emanuele Severino
John Tomlinson
Achille C. Varzi
Gianni Vattimo
Mario Vegetti
Paolo Virno
Maurizio Viroli
Piero Zanini
Danilo Zolo
 
Jonathan Friedman
Jonathan Friedman
è directeur d’études in Antropologia sociale presso l’Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales di Parigi e professore di Antropologia presso l’Università di Lund. Si è occupato delle trasformazioni storiche di lungo periodo nei processi globali, di formazione dell’identità collettiva e di conflitti etnici. È uno dei principali esponenti dell’«antropologia globale». Tra i suoi libri: Consumption and Identity (Chur 1994); Cultural Identity and Global Process (Londra 1994); Global Anthropology (con K. Ekholm-Friedman, Walnut Creek 2002). Ha curato: Globalization, the State and Violence (Walnut Creek 2002); Hegemonic Declines. Past and Present (con C. Chase-Dunn, Boulder 2004).

   
Domenica19Settembre2004
Mattino
Modena

11.30   
Jonathan Friedman
I veri paradossi della globalizzazione  
Discorsi delle élite e movimenti di base
Piazza Grande
Lezioni magistrali 
Bancarella: Bettelli Libri 
CarpiSassuolo





stampa pagina