stampa pagina
protagonisti
 
Marc Augé
Zygmunt Bauman
Remo Bodei
Ermanno Cavazzoni
Gianni Celati
Umberto Curi
Fulvia de Luise
Jean Delumeau
Roberta de Monticelli
Roberto Esposito
Paolo Fabbri
Giuseppe Farinetti
Alessandro Ferrara
Giovanni Lindo Ferretti
Giovanni Fornero
Franco Giacobini
Tullio Gregory
Luce Irigaray
Francisco Jarauta
Giacomo Marramao
Edgar Morin
Alberto Morsiani
Salvatore Natoli
Raimon Panikkar
Mario Pezzella
Luigi Pizzolato

Elena Pulcini
David Riondino
Marco Santagata
Daniele Segre
Emanuele Severino
Manlio Sgalambro
Antonio Tabucchi
Gabriella Turnaturi
Salvatore Veca
Paolo Vecchi
Mario Vegetti
Silvia Vegetti Finzi
 
Daniele Segre
Daniele Segre
vive a Torino dove ha esordito come fotografo di strada. Dal 1976 comincia a realizzare lavori legati ai temi dell'emarginazione e del mondo giovanile. Nel 1982 gira il video Ritratto di un piccolo spacciatore, che ottiene il premio Filmmaker, e l'anno successivo il lungometraggio Testadura, presentato a Venezia. Realizza in seguito numerosi programmi televisivi, fonda la casa di produzione I Cammelli e la Scuola video di documentazione sociale. Nel 1995 debutta nella regia teatrale con lo spettacolo Week-End di Annibale Ruccello. L'anno successivo riceve l'incarico di docente coordinatore del corso di Realizzazione audiovisiva alla Scuola Nazionale di Cinema.

   

Il relatore non era presente nell'edizione 2001 del festivalfilosofia





stampa pagina